mercoledì 20 settembre 2017  -  Fai diventare questo sito la tua Home Page   Aggiungi questo sito tra i tuoi preferiti   Scrivici   Feed Rss  Facebook 
 
Home page
Da leggere subito
Chi siamo
Dove siamo
Le nostre attività
Ospitalità Ctg
Notizie Ctg
Siti e news territoriali Ctg
Come associarsi
Sconti ai Soci
accordi Siae,Enpals,ecc.
Documenti utili
CampagneSocial
Link e utilità diverse
Area riservata dirigenti
 
 
 
Le nostre attività


Home Page > Le nostre attività > Turismo in stile Ctg > Di piazza…in piazza!

Di piazza…in piazza!
Festa provinciale Ctg Padova, domenica 28 maggio 2017


 

Narrano le cronache che le prime mura di Padova vennero innalzate nel 1195 e che la prima cinta, quella che racchiudeva l'antico centro romano della città, venne completata nel 1210. Porta e ponte Molino sono uno dei resti meglio conservati della prima cinta, che contava ben 19 porte e passaggi; il nome deriva dai numerosi mulini ad acqua, ben 34 nel 1300, un tempo galleggianti sul fiume. Il ponte, a cinque arcate, è d'origine romana e risale al 40-30 a.C. Assieme a Pontecorvo, Ponte Molino è l'unico dei ponti romani tuttora in servizio. Proseguendo per via Dante antica via romana collegata alla Porta dove, nel Medioevo, avevano sede artigiani del cuoio e delle scarpe, si arriva nella piazzette sulla quale si affaccia la Chiesa di San Nicolò una  tra quelle più antiche della città se non tra le prime ad essere dedicate a San Nicola di Mira, probabilmente prima dell'arrivo delle reliquie nella città di Bari (1087). La Chiesa si affaccia su uno spazio utilizzato come area cimiteriale sino all'età napoleonica ed é circondata da una serie di costruzioni del XIII e XIV secolo. Si  visiterà la Loggia Carrarese, l'unica parte rimasta intatta a simboleggiare la grandiosità della reggia, sede dell'Accademia dei Ricovrati, che fu fondata nel 1599 da illustri letterati e personaggi della cultura e dell'aristocrazia veneta, tra cui Galileo Galilei e Cesare Cremonini, ora Accademia Galileiana di Scienze, Lettere ed Arti, al cui interno si potranno ammirare affreschi del Guariento.
In Piazza dei Signori osservazione della Loggia del Capitanio e descrizione, da un punto privilegiato, della famosa Torre dell’Orologio ricca di fascino e di storia.

 

Dopo la S. Messa (ore 11,30 circa), che conclude la mattinata, il pranzo comunitario.
Nel primo pomeriggio (ore14,30 circa) ripresa della visita con passaggio sotto l’Arco di via Bonporti per identificare l’antica proprietà vescovile e arrivo in piazza Duomo. A seguire, la visita al Museo Diocesano, al Palazzo Vescovile ed al Battistero. Il Palazzo Vescovile di Padova sorge nella piazza antistante il Duomo e dal 2000 ospita il Museo Diocesano d’Arte Sacra. Una delle particolarità del Palazzo Vescovile è il suo grande salone, ovvero la sala del trono, decorata dagli affreschi del Montagna. Era in queste stanze che i Vescovi tenevano udienza e ricevevano le autorità. Il salone custodisce anche un ritratto di Francesco Petrarca, proveniente dalla casa padovana del poeta, e una Madonna con Bambino della metà del quattrocento di Giusto de' Menabuoi. Il Museo Diocesano d’Arte Sacra intitolato a San Gregorio Barbarigo, allestito negli splendidi saloni di Palazzo Vescovile, raccoglie preziose opere di pittura, scultura e oreficeria, codici e incunaboli, paramenti sacri provenienti dal territorio della Diocesi di Padova. Il percorso inizia con la sala dei manoscritti, tra i quali i trecenteschi Antifonari della Cattedrale, importanti per la loro vicinanza artistica alla pittura di Giotto nella Cappella degli Scrovegni. Il Trecento è rappresentato da un nutrito numero di opere d'arte, tra le quali spicca il Reliquiario della Croce in argento dorato, di manifattura danese. Molto interessante è la serie di sette tavole dipinte raffiguranti Episodi della Vita di S. Sebastiano di Nicoletto Semitecolo.
Collegato al Duomo è il Battistero romanico intitolato a San Giovanni Battista. L'edificio risale alla fine del XII secolo ma è stato ricostruito nella sua forma attuale nel 1260 e consacrato nel 1281. Il ciclo di affreschi, opera di Giusto de'Menabuoi, rappresenta ancora oggi uno dei cicli pittorici più spettacolari e meglio conservati del Trecento. In tutto un centinaio di scene, eseguite tra il 1375-78 con le storie della Genesi, dell'Apocalisse e di S. Giovanni Battista illustrati con vivacità e concretezza narrativa. Nella grande cupola il Paradiso, con al centro Cristo Pantocratore circondato da angeli alati e disposti in cerchi concentrici. Nell’ultima schiera, la più esterna sono rappresentati 37 santi venerati a Padova.  Al centro del Battistero si trova una vasca battesimale del 1260.

Iscrizioni:

Entro il 20 maggio, con versamento di un contributo di partecipazione di € 25 che comprende: visita con guida per l’intera giornata, ingressi ed il pranzo.
La partecipazione alla giornata senza il pranzo prevede un contributo per spese organizzative di € 8.

Per pagamenti con bonifico bancario, il codice IBAN del Comitato Provinciale CTG di Padova è:

IT66 L010 3012 1210 0000 0248 308

Banca Monte dei Paschi di Siena
F​iliale di Padova

Riferimenti:

Presidente Comitato Provinciale, Ivana Tosato, ivana.tosato@gmail.com, tel.348 5142117
Segretario Comitato Provinciale, Agostino Zagolin, tinozagolin@virgilio.it, tel. 331 5281658
Gruppo “Arcobaleno”, pres. Favalli Guido, ctgarcobaleno@gmail.com, tel.340 0884333
Gruppo “Chiese e oratori aperti”, pres. Carbone Donato, carbodon6@libero.it, tel.349 7553062
Gruppo “Il Burcio”, pres. Bortolotto Norma, bortolotto.norma@libero.it, tel.340 3410929
Gruppo “La Torre”, pres. Ferrante Andrea, latorre@ctg.it, tel.340 8203558
Gruppo “La Specola”, pres. Ceccato Annarosa, laspecola@ctgveneto.it, tel.340 5522764
Gruppo “Saccisica”, pres. Mattietto Laura, segreteria@ctgsaccisica.it, tel.340 3457809

Nota: possono partecipare i Soci CTG, gli amici e simpatizzanti anche non iscritti al CTG.

Programma della festa:

8.45 ritrovo a Porta Molino dove, nelle vicinanze, esiste la possibilità di parcheggio. 
9.00 saluti di benvenuto e spiegazione di Porta Molino con alcune informazioni sulle mura cittadine e di via Dante
9.30 arrivo in piazzetta S. Nicolò con spiegazione degli edifici storici in affaccio compreso teatro Verdi, passaggio su Piazza Capitaniato con breve spiegazione in via Accademia della Loggia Carrarese, arrivo in piazza dei Signori con contestualizzazione degli edifici in affaccio (Torre con l'orologio di Dondi) e visita alla Loggia del Capitanio
11.30\12.00 S. Messa
13.00 – 14.30 pausa pranzo presso la mensa Pio X in via Bonporti
14.45 ripresa della visita con passaggio sotto l’Arco di via Bonporti per identificare l’antica proprietà vescovile e arrivo in piazza Duomo
15.30 – 16.45 visita al Museo Diocesano, palazzo vescovile  e Battistero
17.00 saluti conclusivi in piazza Duomo

Il comitato promotore CTG si riserva la facoltà di modificare programma per motivi organizzativi senza alterare la qualità ed il significato della visita.

 

Salva questo testoSegnala ad un amicoStampaTorna alla pagina precedente

Da leggere subito  | Chi siamo  | Dove siamo  | Le nostre attività  | Ospitalità Ctg  | Notizie Ctg  | Siti e news territoriali Ctg  | Come associarsi  | Sconti ai Soci  | accordi Siae,Enpals,ecc.  | Documenti utili  | CampagneSocial  | Link e utilità diverse  | Area riservata dirigenti
 
  CTG - Via della Pigna, 13/a - 00186 Roma (RM) - tel. 06.679.50.77 - fax 06.697.56.174 - ctg@ctg.it - C.F. 80206690580
Sito ufficiale CTG Centro Turistico Giovanile - Copyright © 2017 CTG - Powered by Soluzione-web -
 
  SantaBona Hospites Itinerari Veneti Servizio offerto da  Soluzione