sabato 16 dicembre 2017  -  Fai diventare questo sito la tua Home Page   Aggiungi questo sito tra i tuoi preferiti   Scrivici   Feed Rss  Facebook 
 
Home page
Da leggere subito
Chi siamo
Dove siamo
Le nostre attività
Ospitalità Ctg
Notizie Ctg
Siti e news territoriali Ctg
Come associarsi
Sconti ai Soci
accordi Siae,Enpals,ecc.
Documenti utili
CampagneSocial
Link e utilità diverse
Area riservata dirigenti
 
 
 
Notizie Ctg


Home Page > Notizie Ctg > News Ctg Nazionali > Giornata Mondiale del Turismo 2013

Giornata Mondiale del Turismo 2013
Le celebrazioni nel mondo CTG e non solo

 

XXXIV GIORNATA MONDIALE DEL TURISMO

 

TURISMO E ACQUA. PROTEGGERE IL NOSTRO COMUNE FUTURO


27 settembre 2013

…dal Nord al Sud Citigino…

Verona a cura del CTG Veneto e CTG Verona

«Il tema mette in evidenza il ruolo del turismo per l’accesso all'acqua e punta i riflettori nell'ambiente, sulle azioni attualmente adottate dal settore per contribuire a un futuro più sostenibile di questo bene essenziale», ha spiegato il presidente del CTG Maurizio Delibori. «Generando un movimento economico di trilioni di dollari, il turismo è una forza potente in grado di affrontare questa sfida, offrendo soluzioni efficaci orientate verso la tutela e la valorizzazione delle acque e degli ambienti ad esse legati. Con oltre un miliardo di persone che viaggiano ogni anno, il turismo può essere anche un importante veicolo di sensibilizzazione e di cambiamento dei comportamenti». Durante l’incontro il CTG ha presentato un decalogo su turismo e acqua, partendo da un appello a ricordare anche in vacanza l'importanza vitale dell'acqua, bene primario, e a mettere in atto un comportamento responsabile di tutela e risparmio. «Se viaggiamo nei paesi del sud del mondo», si legge nel documento, «non diventiamo complici dei furti d’acqua: villaggi e grandi alberghi funzionano troppo spesso "rubando" l’acqua alle popolazioni locali. In montagna, gli impianti di innevamento artificiale utilizzano spesso acqua potabile: poi questa risorsa viene inutilmente dispersa, sarebbe essenziale che invece si usasse acqua depurata e che questa poi venisse riutilizzata a fini irrigativi». Appello anche per la salvaguardia della vita nell'acqua: i pesci muoiono quando mangiano alcuni rifiuti lasciati dall'uomo, oggetti o sacchetti di plastica. E infine un invito al rilancio di un turismo  fluviale, che porti a visitare città e territori risalendo sui fiumi con imbarcazioni e house-boat. Insomma, i fili che legano il turismo all'acqua sono molteplici, e vanno dalle potenzialità di nuovi approcci ai territori che l'acqua offre, alla necessità di rispetto per la risorsa idrica.

Maurizio Delibori


Amalfi

Anche quest’anno il CTG ha partecipato alla giornata di cui negli anni ha contribuito a mantenere memoria.  Riportiamo alcuni passaggi fondamentali della relazione del presidente del Ponteficio Consiglio per i Migranti e gli Itineranti, il cardinale Antonio Maria Vegliò. Egli ha espresso la cruciale importanza dell’acqua, sia come bene che come risorsa. È un bene in quanto, sentendosi naturalmente attratti da questo elemento, milioni di turisti scelgono come destinazione alcuni ecosistemi in cui l’acqua è il tratto più caratteristico. Al tempo stesso, l’acqua è anche una risorsa per il settore turistico ed è indispensabile, fra l’altro, per il normale funzionamento degli alberghi, dei ristoranti e delle proposte di tempo libero. Ci si trova a questo punto di fronte a un paradosso, ha continuato il Cardinale, se, da una parte, il turismo ha bisogno dell’acqua e le destinazioni acquatiche attraggono tantissime persone, dall’altra il turismo stesso può farne un uso inadeguato, con un consumo smisurato rispetto alle limitate risorse o inquinandola. Ci ha ricordato che anche Papa Francesco, nella celebrazione eucaristica di inizio del suo pontificato ci invitava a essere “custodi della creazione”, ricordando che “tutto è affidato alla custodia dell’uomo, ed è una responsabilità che ci riguarda tutti”. Bisogna, quindi,  contribuire a una riflessione etica sull’uso dell’acqua, approfondirne l’aspetto teologico-spirituale, ed invitare a favorire un cambiamento, una conversione, degli atteggiamenti e delle azioni “Dobbiamo educare e incoraggiare i piccoli gesti che ci permettono di non sprecare o contaminare l’acqua e che, al tempo stesso, ci aiutano ad apprezzare ancor più la sua importanza”.


Messina

Tavola rotonda anche per gli amici del  gruppo CTG Città di Messina, che nel palazzo della Provincia hanno puntato l’obiettivo sulla necessità di una “nuova cultura dell’acqua, soprattutto in campo turistico”. L’incontro promosso dal e coordinato dal prof. Piero Chillè è stato moderato dal giornalista Vincenzo Bonaventura e ha visto la partecipazione di relatori illustri provenienti dalle Università di Messina e Reggio Calabria.  Presenti davanti ad una platea che ha visto al partecipazione di alcuni studenti degli istituti superiori, il soprintendete Salvatore Scuto e il prorettore Michele Limosani.  “Il sistema dell’acqua” del prof. Mallamace, ordinario di Fisica all’Università di Messina, “Acqua e Architettura” da parte dell’arch. Massimo Lo Curzio docente di restauro architettonico dell’Università di Reggio Calabria e “Educarsi al rispetto all’ambiente” della prof. Cettina Sirna, ordinario di Pedagogia sempre nell’Ateneo messinese, sono state alcune delle relazioni presentate. Infine il prof. Mario Manganaro, docente di disegno dell’ateneo Peloritano ha illustrato attraverso disegni il tema “Rapporto acqua e città. Turismo e territorio, torrenti e fontane” mettendo in risalto le bellezze artistiche della città di Messina. A conclusione dei lavori, a cui hanno partecipato anche l’ing. Gaetano Sciacca, capo del Genio civile, l’ing. Galatà, già direttore dell’acquedotto civico e la prof. Schirò, in rappresentanza dei Verdi,  il prof. Chillè ha lanciato l’appello per la creazione di un Osservatorio provinciale tra Comuni.




 

Torna alla pagina precedente

Da leggere subito  | Chi siamo  | Dove siamo  | Le nostre attività  | Ospitalità Ctg  | Notizie Ctg  | Siti e news territoriali Ctg  | Come associarsi  | Sconti ai Soci  | accordi Siae,Enpals,ecc.  | Documenti utili  | CampagneSocial  | Link e utilità diverse  | Area riservata dirigenti
 
  CTG - Via della Pigna, 13/a - 00186 Roma (RM) - tel. 06.679.50.77 - fax 06.697.56.174 - ctg@ctg.it - C.F. 80206690580
Sito ufficiale CTG Centro Turistico Giovanile - Copyright © 2017 CTG - Powered by Soluzione-web -
 
  SantaBona Hospites Itinerari Veneti Servizio offerto da  Soluzione