sabato 25 novembre 2017  -  Fai diventare questo sito la tua Home Page   Aggiungi questo sito tra i tuoi preferiti   Scrivici   Feed Rss  Facebook 
 
Home page
Da leggere subito
Chi siamo
Dove siamo
Le nostre attività
Ospitalità Ctg
Notizie Ctg
Siti e news territoriali Ctg
Come associarsi
Sconti ai Soci
accordi Siae,Enpals,ecc.
Documenti utili
CampagneSocial
Link e utilità diverse
Area riservata dirigenti
 
 
 
Siti e news territoriali Ctg


Home Page > Siti e news territoriali Ctg > WWW.CTGVENETO.IT > Le notizie dai comitati e gruppi > Un convegno storico sulla Battaglia del Castagnaro

Un convegno storico sulla Battaglia del Castagnaro
si è svolto al Teatro Sociale di Badia Polesine,

 

Un nuovo progetto, finalizzato alla valorizzazione del territorio, della storia e delle tradizioni locali ha visto la luce a Badia Polesine il 12 ottobre scorso.

Questo progetto riguarda un evento storico rilevante accaduto nel medioevo nell’area circostante del comune Badia Polesine.

Si tratta della battaglia del (fiume) Castagnaro che si svolse l’undici marzo 1387 tra Carraresi e Scaligeri, in un’area compresa tra i comuni di Giacciano con Baruchella, Castagnaro, Castelbaldo, Masi e Badia Polesine. L’oggetto del contendere era ancora una volta la supremazia e il controllo sull’unica via di comunicazione dell’epoca: il fiume Adige, e l’Abbazia della Vangadizza era di fatto il gestore della via fluviale in quanto da secoli esercitava “il diritto di catena” sulle imbarcazioni in transito. Gli Scaligeri puntavano ad imporsi con forze preponderanti ma l’Abate della Vangadizza chiese l’intervento dei Carraresi, in base al trattato in vigore.

 

Nelle campagne comprese tra i comuni citati avvenne questa famosa battaglia dove si fronteggiarono ben 26.000 veronesi e 8.500 padovani. Nonostante lo squilibrio di forze in campo prevalsero i Carraresi, grazie alla strategia militare del capitano di ventura John Hawkwood (Giovanni Acuto) che con i suoi famosi arcieri inglesi sorprese gli Scaligeri e inflisse loro una pesante sconfitta.

 

L’idea di una rievocazione storica di questa epica battaglia è scaturita nell’ambito del Gruppo La Mongolfiera del CTG che è riuscita a coinvolgere e sensibilizzare l’amministrazione comunale di Badia e tutti i comuni già citati.

Questo tipo di manifestazioni suscitano grande interesse e sono molto gradite dalla popolazione ma debbono essere preparate con la dovuta accortezza e professionalità ed è per questa ragione che si è ritenuto importante realizzare, innanzitutto, un convegno scientifico che documenti adeguatamente e valorizzi, dal punto di vista storico, quanto accaduto. Il Convegno  è diventato così propedeutico  in vista di una accurata preparazione di una possibile rievocazione storia.

 

La giornata ha visto larga partecipazione di pubblico (teatro gremito) e una serie di relazioni di alto profilo, tenute da esperti e docenti universitari come  Camillo Corrain, Giorgio Cracco, Gianmaria Varanini, Andrea Colasio e Aldo Settia, le cui  interessanti relazioni saranno raccolte e pubblicate negli atti del convegno. Esse saranno fondamentali per la scrupolosa definizione storica di quanto accaduto in relazione al tetro della battaglia, le forze in campo, il ruolo dei capitani di ventura, etc. La rievocazione storica seguirà quanto emerso nel convegno.

 Ai fini della futura rievocazione storica, è ora allo studio anche la stesura di un “copione della battaglia” da rappresentare ogni anno con varie modalità: in teatro a Badia Polesine o nel territorio dei comuni coinvolti. Quest’ultima possibilità con un programma itinerante, in modo da dare un ruolo attivo ad ogni comune.

Questo anche per superare ogni possibile rigurgito di campanilismo legato alla battaglia. Può infatti sembrare anacronistico, a distanza di tanti anni, ma durante il convegno e la sua preparazione è riemerso ancora qualche tono localistico legato soprattutto ai luoghi di effettivo svolgimento della battaglia.

Una bella iniziativa insomma quella del gruppo Ctg La Mongolfiera, che ha preparato la manifestazione con precisione storica, grazie soprattutto alla passione trasmessa  (senza togliere nulla agli altri) da due suoi dirigenti come Giorgio Soffiantini e Fabio Ortolan. Il primo ha diretto con estrema cura tutto il convegno, dalla fase preparatoria a quella del dibattito, in cui ha svolto dal palco anche il ruolo di conduttore della giornata. Il secondo ha invece il merito di avere con caparbietà tirato fuori questo episodio dalle nebbie delle leggenda, di averlo calato in luoghi fisici e averlo proposto come un pezzo di Storia con la S maiuscola.   

(al.fe.)

 qui sotto il programma e la locandina del convegno

 


 
 la locandina del Convegno Storico
Spaziatore
Scarica file   l'invito al convegno
scarica da qui il programma
Spaziatore
Spaziatore
Scarica file   il manifesto
scaricalo qui
Spaziatore
Spaziatore

Torna alla pagina precedente

Da leggere subito  | Chi siamo  | Dove siamo  | Le nostre attività  | Ospitalità Ctg  | Notizie Ctg  | Siti e news territoriali Ctg  | Come associarsi  | Sconti ai Soci  | accordi Siae,Enpals,ecc.  | Documenti utili  | CampagneSocial  | Link e utilità diverse  | Area riservata dirigenti
 
  CTG - Via della Pigna, 13/a - 00186 Roma (RM) - tel. 06.679.50.77 - fax 06.697.56.174 - ctg@ctg.it - C.F. 80206690580
Sito ufficiale CTG Centro Turistico Giovanile - Copyright © 2017 CTG - Powered by Soluzione-web -
 
  SantaBona Hospites Itinerari Veneti Servizio offerto da  Soluzione