venerdì 24 novembre 2017  -  Fai diventare questo sito la tua Home Page   Aggiungi questo sito tra i tuoi preferiti   Scrivici   Feed Rss  Facebook 
 
Home page
Da leggere subito
Chi siamo
Dove siamo
Le nostre attività
Ospitalità Ctg
Notizie Ctg
Siti e news territoriali Ctg
Come associarsi
Sconti ai Soci
accordi Siae,Enpals,ecc.
Documenti utili
CampagneSocial
Link e utilità diverse
Area riservata dirigenti
 
 
 
Siti e news territoriali Ctg


Home Page > Siti e news territoriali Ctg > WWW.CTGVENETO.IT > Le notizie dai comitati e gruppi > Per Mari e per Fiumi

Per Mari e per Fiumi
CeDi Turismo e Cultura organizza la mostra di Gabbris Ferrari

PER MARI E PER FIUMI

Dal 20 luglio 2012 al 14 settembre 2012 al granaio di Ca' Cornera - Porto Viro (Ro) loc. Ca' Cornera, 3

dal venerdì alla domenica 

orario mostra 16-19.

Ingresso libero

Organizzazione CeDi Turismo e Cultura, Ctg Rovigoti

info@cacorneradeltapo.it

www.cacorneradeltapo.it

 

 

La creazione dello spazio giusto, per allestire la sua mostra, è stata una priorità. E’ da questa contaminazione, tra arte e architettura, che nasce l’artista Gabbris Ferrari.

Forse non a caso è stato affidato proprio a lui la riapertura del “Granaio” di Ca’ Cornera, fortemente voluta da Paolo Gasparetto, vero anfitrione di questa amena stazione di sosta nell'intrigante magia serale del Delta del Po (B&B in camere di stile e annessa osteria tipica di campagna), ma anche promotore di cultura, vera cultura, quella legata al territorio.

 “Il luogo è già di per sé pieno di fascino, sottolinea Gabbris, ma per dare forza all’evento, contribuire ad esaltare l’immaginazione del pubblico ho pensato di trasformare il granaio in una sorta di teatro.”
 Le dimensioni sceniche, non usuali per questo luogo, cercate da Gabbris per le sue opere, nella rassegna “Per mari e per fiumi”, ci inducono ad un corpo a corpo tra lo spazio e il racconto, dove tutto si concretizza, prende vita, anche i rimandi stilistici si moltiplicano, provocando vertigini. Ma come interviene Gabbris nell’impianto scenico? Un archetipo di barca ci attende, inventato per salpare su rotte antiche, ad incontrare culture paleolitiche di questi luoghi e approdare nei loro miti fantastici.
 
Ciò che entusiasma di più Gabbris Ferrari è la possibilità di cimentarsi in linguaggi diversi, di declinare in vari modi la sua espressione artistica: è una ricerca in continua evoluzione del linguaggio giusto, il più adatto al dove e al quando, per restituirci al presente il passato, conservandone ogni memoria. Una specie di viaggio straordinario e sorprendente alla scoperta del cuore antico della nostra terra, quella nella quale il giorno e la notte hanno ancora gli odori forti e inebrianti che riconosciamo come nostri, dove il sentimento del passato non è diviso dal presente ma riesce a comporsi in un tutt’uno.   

La mostra è stata inaugurata venerdì 20 luglio con una interessante Serata  culturale aperta dal benvenuto della responsabile organizzativa del CeDi, Donatella Girotto, dirigente citigina di lungo corso, nel Giardino di Ca’ Cornera.    
Poi presso i caratteristici Rustici della Corte, il poeta Marco Munaro e l’attrice Maria Letizia Piva hanno accompagnato i presenti all’ascolto di alcuni brani dall’Iliade, inserendo nel giusto e suggestivo clima culturale l'evento.


Dopo il saluto delle autorità locali e provinciali Laura Gavioli, curatrice della mostra, ha presentato il  progetto poetico di Gabbris Ferrari, lasciando poi all'artista il compito di illustrare in galleria le opere dedicate agli antichi navigatori    
Caratteristica e ricca di specialità locali la cena a tema presso l'annessa Trattoria di Ca’ Cornera, con la nuova gestione di Venerino, uno dei più valenti ristoratori del Polesine.    
Chiusura, infine, della serata sotto le stelle, al fresco della Corte con la proiezione di un cortometraggio inedito realizzato in occasione della mostra e con l'affabulazione di Raffaele Peretto, già direttore del Museo dei Grandi Fiumi e che ha incantato gli ospiti raccontando di antichi e mitici naviganti, di fiumi e di mari, di lagune, di acque dolci e salate.


 

Salva questo testoSegnala ad un amicoStampaTorna alla pagina precedente

Da leggere subito  | Chi siamo  | Dove siamo  | Le nostre attività  | Ospitalità Ctg  | Notizie Ctg  | Siti e news territoriali Ctg  | Come associarsi  | Sconti ai Soci  | accordi Siae,Enpals,ecc.  | Documenti utili  | CampagneSocial  | Link e utilità diverse  | Area riservata dirigenti
 
  CTG - Via della Pigna, 13/a - 00186 Roma (RM) - tel. 06.679.50.77 - fax 06.697.56.174 - ctg@ctg.it - C.F. 80206690580
Sito ufficiale CTG Centro Turistico Giovanile - Copyright © 2017 CTG - Powered by Soluzione-web -
 
  SantaBona Hospites Itinerari Veneti Servizio offerto da  Soluzione