martedì 16 ottobre 2018  -  Fai diventare questo sito la tua Home Page   Aggiungi questo sito tra i tuoi preferiti   Scrivici   Feed Rss  Facebook 
 
Home page
Chi siamo
Notizie Ctg
Come associarsi
Sconti ai Soci
dal territorio: siti e news
CampagneSocial
Area riservata dirigenti
Turismo in stile Ctg
Cultura & Beni Culturali
Ambiente
Tempo libero
Giovanissimi
Ospitalità Ctg
Link, altre utilità e privacy
 
 
 
dal territorio: siti e news


Home Page > dal territorio: siti e news > WWW.CTGVENETO.IT > Le notizie dai comitati e gruppi > Trekking di Capodanno, tra oceano e vulcani

Trekking di Capodanno, tra oceano e vulcani
nell’ “Isola Bella “ delle Canarie

Gruppo CTG Belluno

29 dicembre - 6 gennaio 2012


Trekking di Capodanno, tra oceano e vulcani

nell’ “Isola Bella “ delle Canarie

Image


Soprannominata “Isola Bella”, la lussureggiante La Palma è l’isola più verde delle Canarie, con una natura ancora incontaminata, autentico paradiso per escursionisti e ciclisti. Percorreremo le tortuose e solitarie strade della zona settentrionale per ammirare la bellezza selvaggia delle foreste, o dirigendoci a sud per addentrarci in spogli e suggestivi paesaggi vulcanici
In quest’isola, dichiarata dall’Unesco Riserva della Biosfera dal 2002, cammineremo su “montagne di fuoco” con i colori dell’arido paesaggio creato dall’azione della lava, in netto contrasto con il verde della vegetazione, che cresce sulle ceneri, ed il blu intenso dell’oceano.


PROGRAMMA

Giovedì 29 dicembre – Belluno - Venezia – Madrid – La Palma
Partenza in pullman da Belluno per l’aeroporto di Venezia-Tessera e volo di linea Iberia per Madrid e proseguimento con altro aeromobile Iberia per Santa Cruz de La Palma.
Arrivo nell’Isola e trasferimento in pullman per l’albergo. Incontro con la guida locale con presentazione del programma. Sistemazione nelle camere, cena in albergo e pernottamento.

Venerdì 30 dicembre
Dopo la colazione, trasferimento fino al punto d’inizio dell’escursione a piedi.
Cammineremo attraverso gli antichi sentieri utilizzati per il trasporto delle mercanzie da una parte all’altra dell’isola. Il percorso trek ha inizio alle pendici del Pico de la Cruz (m 2351) dove scorgeremo gli impressionanti precipizi che terminano nella Caldera de Taburiente.
Il sentiero del crinale ci permetterà di raggiungere il Roque de los Muchachos (m 2426), il punto più alto dell’isola, dove sono collocati osservatori astronomici appartenenti a diversi Paesi europei. Questo tratto è altamente panoramico e permette di dominare l’intera isola a “vista de pajaro” come sono soliti dire gli isolani. Prima di raggiungere il Roque osserveremo la “Pared de Roberto”, una parete basaltica fonte di antiche leggende…
Dislivello in salita: 150 m e in discesa: 300 m
Rientro in albergo. Cena in ristorante e pernottamento

Sabato 31 dicembre
Dopo la colazione trasferimento fino al punto d’inizio dell’escursione a piedi.
Escursione in una zona dell’isola da definire sul posto.
Rientro, cena autogestita in compagnia in albergo, in una delle camere provviste di angolo cottura, brindisi, auguri e pernottamento.

Domenica 1 gennaio
Dopo la colazione in albergo tempo libero per partecipare alla messa festiva e/o per visite alla città (chiese, musei o quartieri caratteristici)
Mezza giornata di escursione, nel pomeriggio.
Rientro in albergo, cena in ristorante e pernottamento.

Lunedì 2 gennaio
Dopo la colazione trasferimento fino al punto d’inizio dell’escursione.
Dal piccolo eremo di San Antonio del Monte (900 m) inizia il percorso nella parte settentrionale dell’isola denominato “El Norte Salvaje”. Raggiungeremo Don Pedro attraversando il territorio caratterizzato da un lato dai picchi del Roque de los Muchachos e le loro pendici boschive, dall’altro da un mare vigoroso che si infrange sulla costa. Dopo aver attraversato il “Barranco de Fagundo”, senza dubbio la gola più spettacolare dell’isola, arriveremo a Tablado, un’oasi di pace, dai colori vivaci delle case, con coltivazioni di ulivo e mais, boschi di oleandri e i volti sorridenti della gente locale.
Dislivello in salita: 350 m e in discesa: 900 m – km 12
Rientro in albergo, cena in ristorante e pernottamento.

Martedì 3 gennaio
Dopo la colazione trasferimento fino al punto di inizio dell’escursione.
Il percorso in questa giornata attraversa un territorio che nell’isola è conosciuto come “el bosque encantado”. Il sentiero botanico che percorreremo si sviluppa nella zona più umida dell’isola, caratterizzata dalla presenza di vasti boschi di laurisilva e di felci giganti, risalenti all’Era Terziaria. Una volta raggiunto il culmine del “Barranco del Agua”, inizieremo a scendere in direzione di Las Lomadas, osservando un netto cambiamento del paesaggio, che
da tropicale diventa continentale, dove l’uomo ha creato, nel corso del tempo, coltivazioni di banane e di canna da zucchero. Dal paese di San Bartolo, il sentiero prosegue fino all’impressionante gola di “La Galga”.
Dislivello in salita: 450 m e in discesa: 950 m - km 11.
Rientro in albergo, cena in ristorante e pernottamento.

Mercoledì 4 gennaio

Dopo la colazione trasferimento fino al punto di inizio dell’escursione.
Dal Refujo El Pilar (1440 m) inizia la “Ruta de los Volcanes”, considerato a livello internazionale come uno dei sentieri più spettacolari al mondo. Cammineremo tra una moltitudine di crateri di formazione geologica ed età differenti, in un paesaggio lunare, aspro e privo di vegetazione. Dopo aver raggiunto il cratere Hoyo Negro (1742 m), parte terminale di un cono vulcanico formato da enormi blocchi lavici eruttato nel 1949, raggiungeremo Las Deseadas (1949 m), punto più elevato del sentiero e balcone panoramico privilegiato in direzione di altre tre isole delle Canarie. Scendendo in direzione sud, arriveremo alle pendici del Volcan Martin (1458 m), che per le sue tonalità rossastre è in netto contrasto con il verde delle pinete circostanti. Concluderemo il nostro percorso a Fuencaliente (722 m), dopo aver dominato nuovamente dall’alto l’intera isola a “vista de pajaro”.
Dislivello in salita: 500 m e in discesa: 1200 m, km.19.
Rientro in albergo, cena in ristorante e pernottamento.

Giovedì 5 gennaio
Dopo la colazione trasferimento fino al punto di inizio dell’escursione.
Da El Jesus, situato nel nordest dell’isola, risaliremo un antico cammino selciato, fino a raggiungere il sentiero che sfiora lo spettacolare “Barranco de Las Angustias”. In un piccolo punto panoramico osserveremo delle incisioni rupestri appartenenti alla civiltà Benahorta.
Da qui la vista spazia dalla Caldera de Taburiente alla valle di Aridane, fino alla catena montuosa meridionale che forma la Ruta de los Volcanes. Il sentiero inizia a scendere a zig-zag fino a portarci al Puerto de Tazacorte, antico rifugio di pescatori con le sue taverne tipiche e la sua viva attività quotidiana. Da questo piccolo porto all’inizio del XX secolo furono imbarcate mille tonnellate di banane verso l’Inghilterra, dando slancio alla coltivazione di questo frutto, attività ancora oggi determinante per l’economia dell’isola. Arriveremo infine ad una sorprendente spiaggia di sabbia nera protetta dalle scogliere limitrofe.
Dislivello in salita: 200 m e in discesa: 650 m
Rientro in albergo, cena in ristorante e pernottamento.

Venerdì 6 gennaio – La Palma – Madrid – Venezia - Belluno
Dopo la colazione tempo libero per brevi escursioni ( come al celebre Santuario della Nostra Signora delle Nevi), visite, attività individuali, acquisti ecc.
Pranzo libero. Nel pomeriggio, trasferimento all’aeroporto di Santa Cruz de La Palma e volo per Madrid. Cambio aeromobile e proseguimento per Venezia Tessera.
Con il pullman effettueremo il trasferimento fino a Belluno.

Nota –Il programma è suscettibile di variazioni, a giudizio della guida e del capogruppo, soprattutto per motivi meteorologici.
Clima - primaverile
Difficoltà – Nessuna di carattere tecnico. E’ richiesta la preparazione fisica per camminare alcune ore, con zaino leggero, a ritmo normale e senza eccessivi dislivelli.
Sistemazione: presso un albergo in zona centrale a Santa Cruz – 3 stelle –Le cene saranno consumate presso ristoranti locali.

 


 

Salva questo testoSegnala ad un amicoStampaTorna alla pagina precedente

Chi siamo  | Notizie Ctg  | Come associarsi  | Sconti ai Soci  | dal territorio: siti e news  | CampagneSocial  | Area riservata dirigenti  | Turismo in stile Ctg  | Cultura & Beni Culturali  | Ambiente  | Tempo libero  | Giovanissimi  | Ospitalità Ctg  | Link, altre utilità e privacy
 
  CTG - Via della Pigna, 13/a - 00186 Roma (RM) - tel. 06.679.50.77 - fax 06.697.56.174 - ctg@ctg.it - C.F. 80206690580
Sito ufficiale CTG Centro Turistico Giovanile - Copyright © 2018 CTG - Powered by Soluzione-web -
 
  SantaBona Hospites Itinerari Veneti Servizio offerto da  Soluzione