Il C.T.G. gruppo "la Mongolfiera" di  Badia Polesine  (Ro) ha incontrato giovedì 29 settembre 2011 resso la SALA CIVICA "GIDONI"  un gruppo di ragazzi della Comunità milanese Exodus di Don Antonio Mazzi,  che ha fatto tappa a Badia nell'ambito della Carovana  in giro per l'Italia in bicicletta, un originale - ma già sperimentato - progetto educativo e di nuova integrazione sociale. 

L'incontro, molto informale, ha fatto conoscere le proposte di una delle principali realtà italiane  per il recupero delle difficoltà giovanili e ha permesso un confronto diretto con i ragazzi.

E' stata un'esperienza autenticamente forte, nella quale molti hanno messo a nudo la propria storia, le proprie vicende, ma dalla quale è emersa anche la voglia di superare le difficoltà del passato e del presente per costruire, insieme, un futuro possibile.

Anche il Ctg, se si riterrà utile, potrà dare una mano in questi percorsi di recupero e alla vita della Comunità di Exodus: per questo l'incontro non si è chiuso con un ciao e addio, ognuno per la propria strada, ma con un arrivederci a una prossima volta, magari all'interno di una attività associativa, a Badia o a Milano.

 

 

La Comunità Exodus è una rete di comunità fondate da don Antonio Mazzi all'inizio degli anni ottanta con lo scopo di svolgere attività di recupero per tossicodipendenti.

Con il tempo, al lavoro di recupero sono state affiancate attività di prevenzione, assistenza, cura, formazione professionale e di reinserimento socio-lavorativo.

Continuando a lavorare in ambiti incerti e complessi, Exodus ha messo a punto un metodo educativo incentrato sulla scelta di essere avamposto, divenendo espressione concreta e quotidiana delle potenzialità dell'educazione nei contesti di "normalità" e nei contesti difficili.

Oggi Exodus si propone di raccogliere la sfida dell'emergenza educativa, con l'obiettivo di intervenire precocemente per riuscire ad "arrivare prima" che si manifestino i primi segnali di disagio.

 
Salva Segnala Stampa Esci Home