Camminare con i piedi e con la testa

Con la primavera sono ritornate le CAMMINATE DEL CTG

 

Anche per il 2011 il Ctg Veneto ha organizzato per la prima domenica di Aprile (e cioè il 3) una serie di camminate in vari luoghi della regione. Non si è trattato di  marce o gare podistiche, né di  visite guidate a piedi, bensì semplicemente di riscoprire il gusto di tornare camminare nel nostro territorio.

E’ la proposta di un turismo lento, che permette di entrare fisicamente in un ambiente , di potersi guardare attorno cogliendo i minimi particolari, riassaporando il paesaggio, cogliendo il gusto del poter parlare  liberamente con i propri compagni di cammino.     Con uno spirito che ricorda quanto scriveva il grande scrittore Cesare Pavese nel suo romanzo La bella estate:  “A piedi, ...vai veramente in campagna, prendi sentieri e costeggi le vigne, vedi tutto. C'è la stessa differenza che guardare un'acqua e saltarci dentro."

Le camminate 2011 del Centro Turistico Giovanile Veneto si sono svolte in varie località, di mattina o di pomeriggio, secondo le proposte dei vari gruppi CTG locali che incarnano la filosofia dell’associazione, quella che insegna a guardare, scoprire e rendersi conto di ciò che ci circonda.

 Ma vediamo ora alcuni esempi tra le iniziative in programma.      Nel Veronese, si poteva scegliere un percorso lungo il perimetro dei forti austriaci di Peschiera del Garda, proposto dal gruppo El Gran Seregno, mentre iI gruppo del Fogolar partecipava ai 4 Passi di Primavera, tradizionale camminata sulle locali colline che coinvolge anche altre associazioni scaligere.

  Assolutamente pianeggianti invece i cammini proposti in Polesine, dove il gruppo Rovigoti ha seguito un paleoalveo inserito in un antico percorso medievale tra Villanova Marchesana e Bellombra, mentre La Mongolfiera si è impegnata a riscoprire le antiche tradizioni popolari religiose tra i capitelli votivi di Villa d’Adige, una frazione rurale di Badia Polesine.

Tornando invece in altura, il gruppo bellunese di Sedico ha organizzato una manifestazione a livello provinciale sul percorso dell'antica strada romana che va San Fermo al Col di Salce.

Venata d’arte appare poi la proposta del gruppo padovano del Burcio che ha camminato nei colli Euganei a Luvigliano, inserendo anche una visita guidata a Villa Vescovi; sempre sugli Euganei, altri 2 gruppi di Padova, il Jonathan e l'Eulau, hanno percorso il sentiero del Monte Venda.

 Ancora i Colli, ma questa volta quelli Asolani, sono stati teatro della camminata del gruppo Il Nuovo Volo di Treviso, su sentieri sterrati e prati erbosi, toccando la Forcella Mostacin e la Rocca di Asolo.

Infine, a Piove di Sacco, in collaborazione tra il locale gruppo Vivipiove e quello di Tribano La Torre assieme ai 2 gruppi veneziani Il Cimetto e Agner, la camminata ha portato alla scoperta degli antichi Casoni, abitazioni povere in canna e paglia, con festa finale e concerto della Brentavecchia Folk Acoustic Blues Band.

 

 

A cura di

Alberto Ferrari per conto di

CENTRO TURISTICO GIOVANILE VENETO,

 via Aleardi 30, 35122 Padova

tel/fax 049.654210

 
Salva Segnala Stampa Esci Home