I gruppi di animatori culturali e ambientali del Ctg.

 Motori di crescita educativa e sociale nel territorio

 

 

Un Assessore  e un Consigliere regionali, l'Assessore Provinciale alla cultura e e turismo e l'omologo Assessore Comunale, la Direttrice dell'Ente Parco Delta del Po Veneto, il comandante della locale stazione dei Carabinieri in rappresentanza dell' Autorità civile. E, in campo Ctg, un presidente nazionale emerito, vari consiglieri nazionali, alcuni Presidenti regionali, molti responsabili a livello provinciale e di gruppo.

Basterebbero queste presenze per capire l'importanza del Convegno Interregionale che si è svolto sabato 26 febbraio presso il Visitor Center del Parco Regionale Veneto del Delta del Po,  a Porto Viro , in provincia di Rovigo, sul tema: “I gruppi di animatori culturali e ambientali del Ctg.

 MOTORI DI CRESCITA EDUCATIVA E SOCIALE NEL TERRITORIO. Finalità,metodologie, tecniche,organizzazione, rete”.

 

Eppure i veri dati che hanno decretato l'importanza dell'evento sono stati altri e cioè - per iniziare - i quasi 120 intervenuti, da tutte le 7 provincie del Veneto, ma anche dall'Emilia, dalla Lombardia, dal Friuli, dall'Alto Adige e dalla Toscana.  E poi, una lunga serie di testimonianze di gruppi e soci che ogni giorno operano sui territori, testimoniando l'amore per i vari luoghi e la capacità di promuoverli in maniera diversa, ma sempre creativa e intelligente. 

E infine, ma non ultimo, un ricco dibattito che ha aperto nuovi orizzonti per la figura degli Aca, inquadrandone meglio le caratteristiche e le potenzialità associative. 

 

In particolare dal Convegno è emerso con forza che i gruppi Aca sono innanzitutto e prima di tutto gruppi Ctg e che l'animazione culturale e ambientale è patrimonio non solo dei gruppi specialistici Aca, ma di tutti i gruppi dell'associazione. Anzi, la promozione culturale e l'animazione del territorio è un carattere di base del Ctg stesso.

In questa ottica, pertanto, è stata riaffermata l'importanza di gruppi Aca che curino in maniera sistematica lo studio e la presentazione di una realtà locale, ma è stata altresì auspicata la presenza di operatori Aca in tutti i gruppi dell'associazione.

Figure per le quali si dovranno prevedere adeguati percorsi formativi in collaborazione con i gruppi Aca specifici e già strutturati.

 

La giornata si è conclusa in golena del Po, con un tipico e da tutti gradito pranzo di pesce, cui è seguita una dimostrazione di "caccia al tartufo", curata dal biologo Enrico Vicentini nello straordinario paesaggio delle millenarie dune fossili.

 

 

Alberto Ferrari

 
Salva Segnala Stampa Esci Home