CTG-Gruppo Rovigoti, CTG provinciale, cooperativa Turismo e Cultura, CeDi

Quante volte abbiamo registrato lo sconcerto dei soci, e ancora di più dei non soci, per questo pluralismo nominale nella paternità organizzativa delle varie iniziative da noi promosse.

Proviamo ancora una volta a fare un po’ di chiarezza.

Ctg-Gruppo Rovigoti  è il gruppo originario e storico affiliato all’associazione nazionale CTG-Centro Turistico Giovanile. Il gruppo è stato fondato a Rovigo nel 1964. L’associazione nazionale nel 1949; quest’anno celebra pertanto i 60 anni di vita e si qualifica come associazione di promozione sociale, riconosciuta dal Ministero del Welfare, operante nel campo del turismo, della cultura e dell’ambiente, ispirandosi ad una concezione cristiana della vita.

Ctg.provinciale è la struttura di 2° livello formata da dirigenti eletti da tutti i gruppi Ctg della provincia (attualmente sono 11 i gruppi affiliati) in un congresso che si tiene ogni 4 anni.

Cooperativa Turismo e Cultura. A partire dal 1975 il Gruppo Rovigoti intraprese un’attività sistematica di studio e ricerca del territorio e sulla didattica applicata ai beni culturali e ambientali, non solo per i propri soci ma anche e soprattutto per l’esterno (scuole, associazioni, istituzioni, enti locali). Ben presto tale attività diventò importante e costante, tanto da costituire un “servizio”. Per mantenere la struttura volontaria originaria del Gruppo Ctg Rovigoti e, nello stesso tempo, per poter sviluppare il servizio in termini imprenditoriali e legalmente corretti ( tasse, rapporti di lavoro, bilanci) fu creata nel 1984 Turismo e Cultura soc.coop. senza scopo di lucro. Contribuirono alla nascita soci dei Gruppi Ctg Rovigoti, Folclore Delta e Po Life. La prima sede fu a Taglio di Po, perché il progetto emergente era quello di promuovere il restauro e poi gestire il complesso dell’ex idrovora di Cà Vendramin. Questo progetto non andò in porto, mentre si svilupparono le attività didattiche e di formazione e quindi la sede fu spostata al Centro Don Bosco di Rovigo, poi in Torre Mozza (di cui il Gruppo Ctg Rovigoti promosse il restauro e riuso come ufficio informazioni e animazione turistica), poi al Museo dei Grandi Fiumi.

CeDi. E’ acronimo di Centro per la Didattica dei Beni Culturali e Ambientali. Dopo due anni di sperimentazione, nasce ufficialmente nel 1996 come progetto della coop. Turismo e Cultura per dare vita ad una rete sistematica di Enti e Associazioni, in cui avviare interscambio di idee, progetti e servizi attinenti la valorizzazione,gestione e fruizione dei beni culturali e ambientali, materiali e immateriali. Aderiscono circa la metà dei Comuni del Polesine,la Provincia, La Soprintendenza Archeologica del Veneto, l’Archivio di Stato, varie Istituzioni scolastiche e culturali.

Quando qualcuno  accenna alla opportunità di “fare sistema” in questo settore, dovrebbe prendere atto che il CeDi è l’unica iniziativa, formalmente costituita ed effettivamente operante in modo continuativo, che si sia posta in modo concreto tale obiettivo.

Conclusione. Tutto nasce dal Ctg, un’associazione che ha saputo evolversi con i tempi e assumere strutturazioni organizzative adatte a continuare a perseguire gli obiettivi statutari. L’aver  creato nuove strutture ha dato modo di mantenere al Gruppo originario la volontarietà e lo spirito associazionistico dei primi tempi; nel contempo portando avanti l’idea di un’associazione aperta al territorio, fatto di persone e di risorse ambientali.

 

Corso per animatori “Nuovi Gruppi Giovani”

Proseguono gli incontri destinati alla formazione di animatori, partecipanti al progetto organizzato dal Ctg Veneto in collaborazione con l’assessorato alle Politiche Sociali della Regione, e che saranno adibiti alla promozione di Nuovi Gruppi Giovani  nei vari paesi e città della nostra provincia. E’ il contributo concreto del Ctg alla sfida dell’emergenza educativa.

 

Ferragosto al Mulino

Pienamente riuscito. Bellissime le escursioni in bici nelle chiese di campagna ( Gognano, Molinella). Storico il varo dello squero del Pizzon per la riparazione di barche tipiche da fiume e l’inizio del 1° Corso in Polesine di Voga alla Veneta. Grazie alla collaborazione dell’associazione ferrarese dei “Barcar ad puatel” con in testa il suo presidente  Antonio Antonioni.

 

Pellegrinaggio regionale Ctg alla Madonna del Frassino-20/9/09

Gruppo Rovigoti=9 pax; Gruppo Contrada Cambio= 16 pax; Gruppo la Mongolfiera= 54 pax.

In totale  n. 79 soci del Polesine hanno partecipato al pellegrinaggio regionale, che ha visto riuniti oltre 400 citigini provenienti da tutte le province del Veneto.

 

ASSEMBLEA PROGRAMMATICA GRUPPO ROVIGOTI

Mulino al Pizzon- 17/10/2009 ore 18

Tutti i soci sono invitati ad un incontro presso la Sala Convegni dell’Ecomuseo Mulino al Pizzon di Fratta Polesine, con il seguente ordine del giorno:

-         proiezione foto Ferragosto al Mulino e assegnazione del premio per il concorso fotografico riservato ai partecipanti al soggiorno.

-         Capodanno a Milano. Notizie sul programma, quote, iscrizioni di massima.

-         Corso di Voga alla Veneta. Istituzione di una sezione apposita per l’organizzazione del corso e la pratica della voga.

-         Proposte di collaborazione del Touring Club. Esame delle proposte del socio dr. Mario Vio, Console aggiunto del TCI per la provincia di Rovigo, riguardanti: l’archeologia industriale, ” segni deboli del territorio”, laboratorio di geografia per adulti.

-         Camminate 2010. Proposte per il calendario delle camminate 2010. I soci sono invitati a presentare gli itinerari da loro elaborati. Alcuni soci hanno preannunciato già interessanti proposte. Ma sono possibili ulteriori inserimenti.

-         3° Corso Itinerari del Sacro-Chiese ed Oratori aperti. Informativa di  massima.

Alle ore 20 è prevista una cena presso la Locanda al prezzo di € 20,00. Prenotazione obbligatoria entro il 15/10 presso il CeDi: tel. 0425/21530.

 

Convegno regionale per dirigenti e soci attivi- Villa Torri-Giuliari di Albarè (Vr)-14/15-11-09

Tema del Convegno: “Stare bene insieme. Lo spirito, l’arte.” I Gruppi Ctg del Veneto discuteranno il tema portando le loro esperienze. Previste inoltre visite, incontri, feste, gastronomia tipica, sopralluogo in cantina di eccellenza sulle pendici del Garda, accolti dal proprietario nonché socio Ctg Romano Giacomelli. Chiedere il programma particolareggiato in sede. Quota under 30= € 30 (camerata); over 30= € 50 (camera doppia). La quota-contributo comprende: partecipazione convegno, spese organizzative, aperitivo, cena,serata musicale, spuntino notturno, pernottamento, pranzo, visite guidate. Prenotazioni entro il 31.10.09 in sede.

 

Capodanno a Milano

“Milan l’è un gran Milan”. Vecchia espressione meneghina, è forse l’unica risposta realistica e sintetica a chi dice, anche dei nostri soci, “perché Milano?”. Milano capitale della moda e del design. Milano grande Fiera. Milano Scala. Il nostro itinerario si prefigura classico e innovativo insieme: come sempre del resto. Per esempio: come mai nello stemma dei Visconti è rappresentato un biscione con in bocca un bambino? Qual è stato il ruolo di Ambrogio nella storia del cristianesimo? Perché e come un popolo di cittadini riesce in cinque giorni a mettere in fuga  dominatori perfetti come gli austriaci? Lo sapete che anche Brera, come S.Bartolomeo a Rovigo, fu gestito all’inizio dagli Umiliati? A Milano anche il ‘900 è architettura di rilievo: Stazione Centrale, Palazzo di Giustizia e i palazzi delle grandi società Pirelli, Mondatori, 3M, IBM a firma degli architetti più celebri a livello mondiale. Naturalmente poi: Leonardo, Bramante, Raffaello, Piero della Francesca, Mantegna, Bellini, Caravaggio. E i luoghi di Gaber, Jannacci e Celentano. Il Duomo. La Longobardia. Montenapoleone. Specialità gastronomiche diventate di tutti ed altre tutte da scoprire. Sullo sterminato versante dei musei, come al solito faremo scelte essenziali e non potrà mancare il Museo della Scienza e della Tecnica, su cui sta già lavorando Pierluigi Turri. Accettiamo segnalazioni per l’albergo ancora da scegliere. 0425/21530.

 
Esci Home